Certamente avrai già sentito parlare dell’Email Automation o automazione nel mondo del marketing, e anche se il termine può suggerire il suo significato, forse non hai ancora tutti i dettagli a riguardo.

L’automazione nell’email marketing è davvero una risorsa utile, in grado di ottimizzare il tuo tempo e di potenziare notevolmente i risultati delle tue campagne.

Se al momento ti stai chiedendo cosa sia esattamente l’automazione e dove iniziare, stai tranquillo perché siamo qui per questo.

Ho scritto questo articolo che ti aiuterà a fare i primi passi nell’automazione dell’email marketing in modo semplice e comprensibile.

Incorporare l’automazione nel tuo email marketing può davvero fare la differenza, permettendoti di gestire le tue campagne in modo più efficiente e migliorando l’efficacia complessiva delle tue strategie di comunicazione.

Email Automation: Cos’è l’automazione delle email?

L’email automation (automazione delle email) o chiamata anche marketing automation, si occupa di ottimizzare e automatizzare processi che, se eseguiti manualmente, richiederebbero un considerevole investimento di tempo.

Nel contesto delle piattaforme di email marketing, è possibile automatizzare l’invio di specifiche email a gruppi mirati di destinatari.

Per comprendere meglio il concetto, immagina di poter gestire e suddividere l’invio delle tue email in base alle tue liste di contatti. Ciò significa che hai il controllo su cosa inviare, quando farlo e a chi indirizzare ogni singola comunicazione.

Tutto molto bello non trovi?

Considera i seguenti esempi pratici:

  1. Puoi inviare email di storytelling personalizzate a coloro che si sono appena iscritti alla tua lista.
  2. Puoi pianificare l’invio di promozioni esclusive a chi ha già visualizzato i tuoi prodotti.
  3. Puoi reindirizzare email di follow-up come promemoria a coloro che hanno abbandonato il carrello nel tuo negozio online senza completare l’acquisto.

Questi sono solo esempi basilari di come la marketing automation o email automation può essere implementata nell’ambito dell’email marketing. Questa strategia consente di ottimizzare le tue campagne, migliorare l’engagement o interazione e massimizzare il tuo impatto sul pubblico target.

Ma ora che abbiamo scaldato i motori, direi di entrare più nel vivo!

Email Marketing Automation: quali sono i vantaggi?

L’automazione rappresenta una fase cruciale nelle moderne strategie di email marketing, poiché non solo semplifica numerosi processi, ma offre vantaggi che nel lungo periodo ti posizioneranno in modo più competitivo rispetto ai rivali:

Risparmiare tempo

Il risparmio di tempo è uno dei motivi principali per abbracciare l’automazione.

Inizialmente, potresti dover investire un po’ più di sforzo nel processo di automazione. Tuttavia, una volta avviati i processi, potrai godere di notevoli risparmi di tempo e ottenere risultati più efficaci che ripagheranno ampiamente l’impegno iniziale.

Nel email marketing tradizionale, noto anche come “manuale“, richiede sempre un intervento umano per cliccare sul pulsante giusto e inviare il messaggio.

Con l’introduzione dell’automazione, questi passaggi avvengono automaticamente, ma è necessario definire i criteri per far sì che ciò accada. La creazione di tali criteri potrebbe richiedere un po’ di tempo all’inizio, ma saranno proprio questi criteri a garantirti un risparmio significativo nel lungo termine.

Dedica più tempo ad altre cose

L’ottimizzazione del tempo è fondamentale per consentirti di concentrarti su altre sfide aziendali. Se hai desiderato migliorare la personalizzazione nella tua azienda ma hai trovato difficile trovare il tempo, l’automazione dell’invio delle campagne email rappresenta la soluzione ideale.

Liberando il tuo tempo da compiti manuali, potrai dedicarti a migliorare altre attività di marketing.

La sinergia tra automazione dell’email marketing e una personalizzazione più accurata porterà a risultati sorprendenti, aprendo nuove prospettive che forse non avevi mai considerato prima.

Pianificazione dell’invio di email

La pianificazione dell’invio delle email può essere davvero utile, in quanto puoi spendere una mattina a pianificare e programmare diverse email e inviarle automaticamente all’orario e giorno che preferisci.

Solitamente il processo di pianificazione si utilizza quando parliamo di invio delle newsletter, possiamo pianificare in poche ore l’invio di una newsletter a settimana e coprire l’arco temporale di un mese.

Raggiungi contatti di qualità superiore

Mentre l’invio manuale di email è limitato dalle risorse umane disponibili, l’automazione dell’email marketing apre le porte a possibilità illimitate.

Una volta avviato il processo automatizzato, puoi interagire con un vasto numero di potenziali clienti senza perdere tempo prezioso, garantendo risultati notevolmente migliorati.

Hai bisogno di una consulenza gratuita?

Invia il messaggio perfetto al momento giusto

La fondamentale ragione per adottare l’automazione dell’email marketing è la capacità di consegnare il messaggio giusto al momento giusto.

La gestione attenta dei rapporti con i potenziali clienti, noto come lead nurturing (nutrimento), è di primaria importanza, approfondiremo questo concetto in un articolo specifico.

L’automazione fornisce un supporto cruciale consentendoti di condividere informazioni pratiche e utili nel momento più opportuno.

Questa strategia risveglia l’interesse dei potenziali clienti verso i tuoi servizi o prodotti, spingendoli efficacemente attraverso l’imbuto di vendita e avvicinandoli al punto desiderato.

Investire in questa pratica può significativamente influire sul successo complessivo delle tue iniziative di marketing producendo risultati utili e tangibili.

Facilità il monitoraggio delle tue campagne email

L’automazione dell’email marketing offre la possibilità di analizzare il comportamento di ciascun utente in relazione agli invii, consentendo la presa di decisioni informate per le future campagne.

Attraverso questa pratica, è possibile esaminare il tasso di apertura e, in caso di risultati deludenti, sperimentare modifiche nell’oggetto per migliorare questo indicatore cruciale.

Nelle spedizioni automatizzate, è altresì possibile quantificare il numero di persone che ha interagito con il CTA (Call to Action) e tracciare il loro percorso.

Questo approccio analitico permette di ottimizzare continuamente le strategie di comunicazione, assicurando un adattamento preciso alle dinamiche e alle preferenze degli utenti.

L’integrazione di queste pratiche nell’automazione dell’email marketing rappresenta un elemento chiave per il successo delle campagne future, garantendo una risposta mirata e un coinvolgimento efficace della tua audience.

Migliora il Ritorno di Investimento (ROI)

L’automazione dell’email marketing emerge come uno dei vantaggi chiave per ottenere un notevole Return on Investment (ROI). Questo beneficio deriva dall’investimento minimo richiesto rispetto ai risultati ottenuti.

Per calcolare il ROI di un messaggio automatizzato, è sufficiente considerare il costo mensile dello strumento di email marketing impiegato e confrontarlo con le conversioni ottenute.

Ad esempio, è possibile analizzare il costo per acquisizione di un cliente. L’investimento è contenuto, rendendo l’automazione un mezzo efficiente per risparmiare tempo e denaro.

Questa pratica consente di massimizzare il rendimento finanziario delle tue campagne, garantendo un approccio efficiente e redditizio alle strategie di email marketing.

Aumenta le tue vendite

L’integrazione dell’automazione dell’email marketing rappresenta un prezioso supporto per la tua equipe di vendite, aiutandola a identificare i contenuti più accattivanti per i potenziali clienti.

Questa pratica consente un’approfondita analisi delle preferenze degli utenti, permettendoti di rivolgerti in modo mirato a ciascun potenziale cliente con prodotti e servizi particolarmente rilevanti per loro.

Tale approccio mirato si traduce in un notevole miglioramento delle tue probabilità di vendita, potenziando l’efficacia complessiva delle tue strategie commerciali.

Classificazione dei potenziali clienti

Il Lead Scoring, noto anche come la classificazione dei potenziali clienti, si configura come un processo strategico volto a fornire una comprensione approfondita della posizione di un cliente all’interno del processo d’acquisto.

La maggior parte dei tuoi potenziali clienti non manifesta immediatamente la prontezza all’acquisto, e tentare una vendita insistente in quel momento potrebbe risultare controproducente, allontanandoli.

Di conseguenza, riconoscere tempestivamente il livello di disponibilità del cliente all’acquisto risulta cruciale. Il processo di classificazione dei clienti attribuisce un punteggio numerico a tale disponibilità, tenendo conto di vari fattori, tra cui il comportamento e l’interazione con le email.

La tecnologia moderna, nonostante faciliti una maggiore uniformità nel contenuto, ha portato anche a un crescente disagio dovuto alla mancanza di personalizzazione e ai messaggi generici.

La classificazione dei potenziali clienti attraverso l’automazione delle email emerge come una soluzione chiave per personalizzare ulteriormente i messaggi, garantendo risultati ottimali e un allineamento più preciso con gli interessi individuali di ciascun cliente.

Come puoi vedere sono vantaggi molto importanti che possono realmente aiutare la tua azienda a crescere e a comunicare in maniera più efficace, risparmiano tempo, energie e budget, ma massimizzando i risultati.

Hai bisogno di una consulenza gratuita?

Tipi di email che possono essere automatizzate

Vediamo qualche esempio di automazione email che è possibile utilizzare entrando più nel dettaglio. Alla fine di questo articolo ti darò qualche consiglio pratico per potenziare le tue automazione, quindi rimani sul pezzo.

Mi raccomando.

Email di benvenuto

La email di benvenuto rappresenta comunemente il primo contatto del cliente o potenziale cliente con la tua azienda, sottolineando l’importanza di creare una prima impressione positiva.

Dedicare impegno a questo messaggio è fondamentale per garantire che i destinatari si sentano accolti e apprezzati, contribuendo a potenziare il loro legame con il tuo marchio.

Solitamente inviata quando un cliente si registra sul nostro sito web o si iscrive alla newsletter, questa email o serie di email offre l’opportunità di comunicare chiaramente cosa ci si può aspettare, quali sono i principi del brand e i molteplici vantaggi derivanti dalla collaborazione con il marchio.

Questo approccio mirato nella fase iniziale della relazione cliente-marchio è cruciale per stabilire una connessione positiva e duratura.

Email di ringraziamento

L’email di ringraziamento costituisce un gesto di gratitudine rivolto al cliente o potenziale cliente per un’azione specifica compiuta. Può trattarsi di ringraziamenti per un acquisto effettuato, l’iscrizione alla newsletter, il download di un file, l’invio di una recensione o la partecipazione a un evento.

Questo genere di espressioni di gratitudine si dimostra straordinariamente efficace nel costruire relazioni solide con i tuoi clienti, sottolineando l’importanza di non trascurare questo fondamentale aspetto della comunicazione aziendale.

Integrare gli email di ringraziamento nella tua strategia di comunicazione contribuirà a consolidare la fiducia e la soddisfazione dei clienti, promuovendo una connessione duratura con la tua azienda.

Email di recupero carrello e checkout abbandonati

L’email di recupero del carrello abbandonato o del checkout abbandonato rappresenta una strategia efficace nel caso in cui un utente nel negozio online aggiunga prodotti al carrello ma non completi l’acquisto o arrivi all’ultima fase senza però completarla.

Le ragioni possono variare, ma è un dato di fatto che i carrelli abbandonati costituiscano una delle principali cause di perdite nell’imbuto di vendita.

Pertanto, è di fondamentale importanza rivolgersi ai clienti e ricordare loro di finalizzare l’acquisto.

Attraverso l’email di recupero del carrello, è possibile offrire ai clienti assistenza nel completare l’acquisto, ad esempio tramite telefono, nel caso si siano verificati problemi tecnici durante il pagamento.

Si può anche chiedere se hanno incontrato altre difficoltà o, per incentivare la conclusione dell’acquisto, offrire ulteriori vantaggi dopo una serie di reminder.

Questa pratica mirata si rivela cruciale per recuperare potenziali vendite e ridurre le perdite nell’imbuto di vendita.

Email di conferma dell’ordine o monitoraggio acquisti

L’email di conferma d’ordine è un messaggio automatico inviato a chi completa un acquisto sul tuo e-commerce.

Questo passaggio non solo fornisce sicurezza al cliente, ma rappresenta anche il momento opportuno per fornire tutti i dettagli cruciali relativi a fatturazione, numero d’ordine, tempi di consegna e lo stato dell’acquisto.

Queste informazioni risultano di primaria importanza per l’acquirente.

Oltre a garantire chiarezza e affidabilità, le email di conferma d’ordine consentono anche di tracciare l’acquisto attraverso un codice assegnato alla transazione.

Questo processo di tracciamento offre vantaggi significativi, permettendo una gestione efficiente degli ordini e contribuendo a una migliore esperienza complessiva del cliente.

Integrare correttamente le email di conferma d’ordine nella tua strategia di comunicazione può influire positivamente sulla fiducia del cliente e sull’efficienza operativa.

Email per la riattivazione dei clienti

Per alcuni clienti, potrebbe verificarsi una diminuzione dell’interazione con i tuoi messaggi nel tempo, nonostante abbiano precedentemente dimostrato un interesse attivo effettuando acquisti.

In questi scenari, è opportuno lanciare l’email “ci manchi. Attraverso questo messaggio, comunichiamo apertamente l’osservazione che tali clienti non leggono più le nostre comunicazioni, chiedendo se esista un motivo particolare.

Nel corpo del messaggio, è possibile includere sconti tangibili o altri benefici, mirati a persuaderli a ritornare nell’attiva cerchia dei clienti.

Al contempo, offri loro la facoltà di cancellare l’iscrizione, se è questa la loro volontà. Mantenere la mailing list pulita con contatti di qualità è essenziale per la tua strategia.

Se vuoi sapere come creare una mailing list efficace, ti lascio qui il nostro articolo.

Molti clienti risponderanno all’invito, mentre alcuni potrebbero optare per la cancellazione dell’iscrizione.

Entrambe le risposte sono accettabili, poiché è fondamentale mantenere sulla tua lista di invio solo destinatari che effettivamente aprono i tuoi messaggi. Ciò contribuisce significativamente alla deliverability delle tue email.

Questi sono solo alcuni esempi di automazioni principali che è possibile utilizzare per ogni contatto, riesci a capire quanto è utile questo strumento dell’email marketing e come è possibile potenziarlo personalizzando ogni contenuto per utenti specifici?

Siamo quasi arrivati alla fine, ma come ti ho promesso qualche riga sopra, vorrei lasciarti dei consigli pratici che puoi utilizzare fin da subito nella tua strategia di automazione delle email o email automation.

Email automation: consigli pratici

Nei prossimi articoli esploreremo in modo approfondito le regole dell’automazione dell’email marketing, ma in questa sede focalizziamo l’attenzione su alcune delle più cruciali.

Ottimizza l’oggetto e il titolo dell’Email

Nell’ambito dell’automazione dei messaggi email, l’oggetto e il titolo rivestono un ruolo permanente o almeno è utilizzato per un periodo significativo.

Pertanto, è essenziale dedicare maggior impegno nella loro creazione.

Componi un titolo e un oggetto che catturino l’attenzione, persuadano i destinatari a cliccarlo e trasmettano chiaramente il contenuto del messaggio, distinguendosi nella casella di posta affollata.

Un oggetto che invogli l’apertura e un titolo accattivante diventano cruciali per massimizzare l’impatto delle tue campagne di automazione dell’email marketing.

Crea una buona struttura

Utilizza sempre una struttura chiara e semplice per le tue automazioni, cerca di evitare troppe immagini, colori o font differenti, ma rendi il tutto più uniforme mettendo in evidenza i punti chiave più importanti che possono interessare all’utente.

Un suggerimento pratico da tenere a mente è di evitare di collocare immagini all’inizio dell’email. In alcune situazioni, come ad esempio in Outlook, gli utenti potrebbero dover scaricare manualmente le immagini, se non ti hanno inserito nella loro lista contatti.

Se posizionate all’inizio, ciò potrebbe impedire loro persino di leggere il titolo del tuo contenuto.

Questo aspetto non solo genera mancanza di fiducia, ma aumenta il rischio che la tua email venga erroneamente identificata come spam o considerata poco sicura dall’utente.

Utilizza sempre la CTA o Call to Action

La Call to Action (CTA), o chiamata all’azione, riveste un ruolo cruciale anche all’interno dei messaggi email automatizzati, fungendo da catalizzatore per raggiungere gli obiettivi prefissati.

È imperativo garantire che la CTA sia chiara, inequivocabile e attraente.

Le ricerche confermano che proprio queste caratteristiche sono fondamentali per ottimizzare il tasso di conversione.

Una CTA ben definita e coinvolgente può fare la differenza nella trasformazione di un semplice messaggio in un’azione concreta da parte del destinatario.

Hai bisogno di una consulenza gratuita?

Conclusione

Ora che hai compreso l’importanza dell’automazione dell’email marketing, apprezzato il notevole risparmio di tempo che essa comporta e riconosciuto il potenziale miglioramento dei risultati, è il momento di mettersi all’opera.

Ora hai qualche informazione per procedere in maniera autonoma, ma altrimenti siamo qui per aiutarti e fornirti supporto se sei interessato a godere di tutti i vantaggi dell’email marketing.

Puoi contattarci per prenotare una consulenza gratuita, così da fare due chiacchiere insieme.

Alla prossima!